Come cambia il corpo durante la Gravidanza


Non tutte le donne si sentono totalmente a proprio agio con i cambiamenti del proprio corpo in gravidanza, altre invece si apprezzano ancora di più, ricordiamoci che è un cambiamento magico e soprattutto temporaneo.

All'ottavo mese di Gravidanza io non mi vedevo più nemmeno i piedi, la cosa mi faceva veramente strano, mi sentivo a volte impacciata e buffa avevo poi una pancia altissima, molto spesso mi sentivo dire "Che pancia enorme ma a che mese sei?" "che starno che al primo foglio hai già una pancia così al quinto, sesto mese.." vabbhè, tralasciamo.

Vediamo insieme cosa cambia in ogni trimestre:

Nel primo mese di gravidanza non sono visibili grossi cambiamenti nel nostro corpo anche se questi, effettivamente, sono già in atto, in questo periodo inizia una vera e propria tempesta ormonale che, già dal secondo mese, si fa sentire, vediamo, per esempio, cambiamenti di umore (molti moltissimi), il seno diventa più turgido, la salivazione aumenta a causa del progesterone in circolo, l’utero diventa leggermente più voluminoso e comincia ad esercitare una certa pressione sulla vescica, ecco il bisogno continuo di andare in bagno.

Nel primo trimestre l’aumento ponderale non dovrebbe superare i 2kg, sebbene l’aumentato fabbisogno calorico produca un maggior appetito e induca a mangiare di più, io mangiavo anche le sedie.

All'inizio del primo trimestre si nota una leggera retroversione del bacino e l’utero comincia a ingrossarsi verso la fine l’addome cambia forma ed orientamento, il bacino si porta in avanti.

Nel secondo trimestre, iniziano a scomparire anche le nausee (non a tutte) la pancia aumenta visibilmente, l’utero inizia ad ingrossarsi per accogliere comodamente il feto che continua a crescere. Il peso aumenta non solo a causa della piccola vita che cresce, ma anche per il peso della placenta e del liquido amniotico e anche il seno aumenta di volume, l’utero continua ad aumentare di dimensione.

Nel terzo trimestre, aumentano i dolori muscolari, soprattutto lombari e dorsali, si fanno intensi per lo sforzo a cui questi muscoli sono sottoposti, a farne le spese sono appunto schiena e gambe, che risultano ingrossate e pesanti anche a causa degli ormoni, dell’aumento della ritenzione idrica, del volume del sangue e della pressione.

Piccole contrazioni e indolenzimenti tendono a intensificarsi e arriva un momento in cui il pancione si abbassa: questo spesso coincide con il capovolgimento del piccolo.

Se prima l’utero arrivava all’incirca allo sterno e la pancia era alta, nell’ultimo periodo tra il seno e la pancia ci sta una mano: un sollievo per la mamma che adesso ha la sensazione di respirare meglio.

Nel corso dei 9 mesi anche la mobilità della colonna cambia,l’utero e l’addome devono dislocarsi controlateralmente per favorire i movimenti.

L’attività fisica. neutralizza il dolore lavorando sulla postura, attività come stretching, yoga, pilates prenatale aiutano molto con i dolori della gravidanza e non solo.


#cambiamentoingravidanza #corpoingravidanza #gravidanza #trimestri


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti