L'importanza delle Vitamine in gravidanza


Avete mai sentito parlare di Acido Folico?

Cosa è?

L'Acido folico e folati, sono vitamine del gruppo B, note anche con il nome di vitamina B9.

La parola deriva dal latino folium, foglia, utilizzato per indicare sostanze estratte da foglie di spinaci rivelatesi efficaci contro alcuni tipi di anemia.

A cosa serve?

Queste vitamine, sono essenziali, per la prevenzione di alcune malformazioni congenite, per tutte quelle cellule che nel nostro organismo vanno incontro a processi di differenziazione e rapida proliferazione, come ad esempio le cellule del sangue e della pelle e sono particolarmente importanti durante la formazione dell’embrione, quando si sviluppano e si differenziano i primi abbozzi degli organi. L'apporto ottimale di acido folico, nella prospettiva di una gravidanza, è di 0,4 mg al giorno, dose che non può essere ottenuta con sicurezza e con regolarità giornaliera attraverso la comune alimentazione, anche aumentando l’assunzione di alimenti ad elevato contenuto di Folati.

Per questo motivo si raccomanda a tutte le donne in età fertile di assumere un supplemento vitaminico a base di 0,4 mg di acido folico al giorno.

È consigliato quindi assumere acido folico sia con l’alimentazione che integrandola con il preparato vitaminico, sin da quando la coppia decide di avere un figlio o non ne esclude la possibilità oppure non usa metodi contraccettivi.

L’assunzione dovrebbe iniziare prima del concepimento, e continuare per tutto il primo trimestre di gravidanza. Chi programma la gravidanza assume mediamente l’acido folico per circa 6 mesi prima del concepimento. Chi invece non mette in atto una contraccezione di sicura efficacia dovrà seguire la raccomandazione per tempi probabilmente più lunghi, il mio consiglio è sempre quello di sentire il proprio medico e informarsi adeguatamente.

Un'altra Vitamina molto importante è il Ferro, il fabbisogno di ferro aumenta a causa della consistente diluizione del sangue e dell'aumentata richiesta metabolica associata allo stato di gravidanza.

A cosa serve?

Durante la gravidanza si ha una carenza di ferro e la usa mancanza può portare anemia sia nella mamma che nel piccolo (che può portare a parto prematuro, basso peso alla nascita) inoltre crea stanchezza, indebolimento delle unghie e dei capelli, io sentivo spesso anche molto freddo.

Un' assunzione di 30 mg al giorno, è sufficiente per scongiurare questa condizione.

Altra Vitamina, è la Vitamina D, chiamata anche calciferolo, appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili, cioè quelle che sono assorbite assieme ai grassi alimentari e accumulate nel fegato. Viene prodotta dall’organismo a partire da derivati del colesterolo presenti nella pelle grazie all’azione dei raggi del sole (ma si trova anche in alcuni alimenti di origine animale).

A cosa serve?

Questa vitamina regola in particolare il metabolismo del calcio, favorisce l’assorbimento intestinale anche del fosforo e stimola i processi di corretta mineralizzazione dello scheletro.

Una carenza di vitamina D può essere causa di rachitismo nei bambini.

Soltanto con l'alimentazione, si introducono bassi livelli di vitamina D, anche perché le fonti alimentari sono relativamente poche come l’olio di fegato di merluzzo che è l’alimento più ricco, i pesci grassi come salmone o sgombro, il tuorlo d’uovo, alcuni formaggi che ne contengono livelli non elevati.

Il vostro medico vi fornirà tutte le informazioni necessarie per assumere queste Vitamine durante le visite e i normali controlli della gravidanza.





#vitamine #gravidanza #acidofolico #vitaminaD #gravidanzafelice #calcio #mamme #futuremamme #vitamineingravidanza





4 visualizzazioni0 commenti