Sono una brava mamma?


Vi è mai capitato di chiedervelo?

Vi è mai capitato di sentirvi tristi, stanche, abbandonate e così inadatte?

Essere mamma è davvero complicato, “eh cosa pensavi? hai voluto la bicicletta adesso pedala” ci rispondono sempre le stesse persone che fanno commenti non graditi.

Chiaro, nessuno ci ha mai detto che sarebbe stato facile, non per questo non abbiamo il diritto di lamentarci o di avere un minimo di sostegno fisico o psicologico.

Ci sono davvero momenti in cui vorremmo solo qualcuno, anche silenzioso, che ci ascoltasse perchè è importante sfogarsi, piangere, lasciarsi andare, non c’è nulla di male in questo.

Tante volte mi sono sentita sbagliata, soprattutto egoista, quando ho smesso di allattare mi sono sentita dire “ma dai, meglio il biberon siamo cresciuti tutti con l’artificiale su tre mesi bastano e avanzano” si okay ma io mi sono sentita una merda, chiamatemi esagerata chiamatemi bigotta ma così mi sono sentita.

Ho incontrato in quel periodo la sostituta del mio pediatra che invece di rassicurarmi sull’artificiale ha iniziato a farmi sentire sbagliata dicendomi “mangia di più, bevi 4 litri di acqua al giorno, prendi degli integratori”.. Mia figlia ogni volta che si attaccava piangeva disperata come a dirmi “mamma qui non c’è abbastanza per me”, perché accanirsi?

Io mi sento fortunata perché con le ragazze che ho conosciuto al corso preparto siamo diventate una squadra ormai, sarà che l’abbiamo fatto online e in piena quarantena e vi assicuro che è stata dura affrontare gli ultimi mesi chiuse in casa con la paura di essere contagiate persino andando dal ginecologo o a fare gli esami del sangue, loro sono diventate il mio gruppo di sostegno in tutti i sensi, ci scriviamo ogni giorno, ci siamo riviste a un corso online e a uno di disostruzione pediatrica, alcune di loro durante l’estate si sono trovate al parco e non smetteremo mai di aiutarci e sostenerci perché tra di noi si è creato un legame fortissimo. Insieme abbiamo pianto, abbiamo riso, abbiamo fatto il corso preparto di coppia con i nostri mariti e compagni, abbiamo fatto lavori di gruppo ci siamo confrontare e supportate.

Siete speciali ragazze.

Quindi mamme e future mamme, il mio consiglio è di trovare anche voi il vostro sostegno, che sia una mamma una nonna un nonno una zia un’amica non importa, basta che sia qualcuno disposto ad ascoltarvi e non a giudicarvi.


#mommytips #mommytipscommunity

9 visualizzazioni0 commenti