Troppi regali non servono!


Noi genitori del 2020 siamo la generazione dei mitici anni 80-90, i tempi d'oro del boom economico.


Siamo stati bombardati dalle pubblicità, dai cataloghi di giochi, ma è davvero tutto così necessario?


Un bambino ha davvero bisogno di alzarsi la mattina di Natale (o di Santa Lucia per noi bergamaschi) e trovare una marea di regali sotto l'albero?


La risposta secondo l'educazione Montessoriana è NO!

Per un bimbo nella fascia d'età 0-3 anni rischiamo di innescare un meccanismo di ansia e di frustrazione.


Spesso un bambino piccolo di 2/3 anni non è capace di gestire tutti quei doni e sfocia in un pianto disperato, oppure vi dirà che non gli piace nulla, pur non pensandolo, solo perché vedrà i suoi spazi "troppo invasi".


Importante è invece fargli vivere la magia del Natale con un dono per ogni componente della famiglia e scartandoli tutti insieme.


Un bambino così piccolo non è ancora nella fase in cui, se gli metti davanti un catalogo di giochi li vorrebbe tutti.


Se manteniamo la regola di un solo regalo da piccoli, sarà più facile gestire anche i regali degli anni successivi, in cui ne vorranno sempre di più.


Ma come gestire i parenti che vorranno riempire i vostri piccoli di doni?


Semplice, dandoglieli uno alla volta, nei giorni successivi.


È normale, noi genitori vorremmo comprare di tutto, pensando erroneamente che più gli diamo, più si sentiranno amati ma, in realtà, un bambino piccolo, tra tutti i suoi giochi, ne sceglierà sempre uno o due e il suo gioco preferito sarà quello di relazionarsi con voi membri della famiglia!


1 visualizzazione0 commenti